Valido coadiuvante educativo e sociale, lo yoga è disciplina particolarmente adatta alla realtà attuale, è in grado di aiutare i giovani a costituirsi una personalità più equilibrata e serena, il complesso di tecniche che viene proposto dall’insegnante di yoga, aiuta i bambini ed i ragazzi a ridurre stress ed aggressività fornendo metodi specifici per contrastare la scarsa capacità di concentrazione ed aumentare l’attitudine alla convivenza.

Secondo la visione più evoluta della psicologia moderna, infatti, non si tratta solo di favorire nel giovane l’acquisizione del sapere, certo indispensabile, ma di dare una formazione globale alla Persona che tende all’integrazione armoniosa nella società, alla serenità con se stessi e nei rapporti più ristretti, di fatto lo yoga mira a fornire un supporto integrativo positivo.

Gli strumenti per raggiungere lo scopo che la pedagogia yoga si prefigge, per migliorare i rapporti con se stesso e con la società, utilizzano varie pratiche quali il lavoro con il corpo che risulta essere differente dalle ginnastiche tradizionali: viene stimolato l’ascolto della propriocezione corporea, rapporto indispensabile in particolare nella fascia adolescenziale per coltivare il rispetto di sé e nella fascia preadolescenziale e nell’infanzia età nella quale il corpo è strumento di conoscenza.

L’attenzione alla respirazione gioca un ruolo fondamentale sulla fascia emotiva oltre che salutare, la conoscenza del silenzio e l’immobilità permettono invece di poter sviluppare la capacità d’ascolto e concentrazione; il rilassamento, il controllo del movimento corporeo non imposto ma indotto permettono di ristabilire armonia contrastando stati di tensione ed agitazione, riportando l’individuo a ritmi più naturali.

I ragazzi generalmente risultano sovra-stimolati causa il tipo di società con cui oggi devono fare i conti, importante è dare loro degli strumenti adeguati per permettere un integrazione equilibrata nella società, nella relazione di gruppo, accrescendo la sensibilità all’ascolto, nella presa di coscienza dei propri limiti nell’accettazione dei limiti altrui e nel rispetto dello spazio proprio ed altrui.

Lo yoga quindi come valido coadiuvante educativo e sociale disciplina particolarmente adatta alla realtà attuale, aiuta  i ragazzi  a ridurre stress ed aumentare l’attitudine alla convivenza, all’ascolto alla crescita nei vari stadi della vita.

L’impatto positivo della pratica yoga viene valutato oggettivamente attraverso un  miglioramento dell’elasticità corporea, della coordinazione, dell’armonia nei movimenti, in una respirazione corretta,  inoltre nel comportamento e nel processo di apprendimento.

Quindi  le finalità sono:

  • Riacquisizione della postura corporea corretta, sblocco delle articolazioni e distensione muscolare
  • Risveglio della capacità propriocettiva all’ascolto verso se stessi
  • Stimolo alla concentrazione, importante aiuto nello studio e nell’attenzione, prerogativa di calma ed armonia quotidiana
  • Scioglimento delle disarmonie corpo-respiro
  • Acquisizione di una respirazione diaframmatica calmante per permettere un riequilibrio del nostro sistema nervoso talvolta sovraeccitato
  • Riequilibrio e ricarica del nostro sistema nervoso talvolta letargico presupposto di indole poco attenta e propositiva
  • Stimolo alla motivazione
  • Esperienza della capacità di rilassarsi e “fermarsi”  apertura alla consapevolezza
  • Favorire equilibrio tra corpo-mente ed emozioni
  • Attraverso le conoscenze man mano acquisite si creerà maggiore serenità nei ragazzi ne conseguirà una vita più armonica dove potranno con più semplicità far emergere le proprie attitudini e potenzialità positive, oggigiorno così indispensabili per creare presupposti e le basi per il proprio futuro.

Protocollo d’Intesa Ministero della Pubblica Istruzione - Federazione Italiana Yoga